Immaginari non statuali in educazione

Judith Suissa

Abstract


In this paper, I focus on the statist imaginary associated with the defence of public education. Drawing on work on the idea of the public sphere, anarchist theory, and the politics of movement, I argue that in a world characterised by unprecedented and growing levels of mass migration and displacement, a new, non-statist imaginary is needed. I explore some ways in which such imaginaries can play a role in educational thought and practice.

Riassunto: Nel presente articolo mi concentro sugli immaginari statuali associati alla difesa dell’educazione pubblica. Sulla scorta delle idee di sfera pubblica, teoria anarchica e politica del movimento, argomento che in un mondo caratterizzato da livelli inediti e crescenti di migrazioni e spostamenti di massa, occorre un immaginario sociale nuovo, non statuale. Esploro alcuni modi in cui tali immaginari possono svolgere un ruolo nel pensiero e nella pratica educativa.


Keywords


public education; politics of movement; political education; migrant cosmopolitanism.

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Iscrizione al Registro Operatori della Comunicazione R.O.C. n. 10757