Minority Languages in Greece: Linguistic Peripheries and Immigrant Languages between Politics and School Education Legislation

Maria Dimasi, Panagiotis G. Krimpas

Abstract


Abstract

This paper is an attempt to concisely present the educational context of linguistic peripheries and immigrant languages in Greece with respect to language teaching in its legislative/institutional perspective, as well as on the basis of insights drawn from sociolinguistics and language didactics. We start by a short description of the main issues, proceed with presenting the linguistic map of Greece with historical references and illustrate the Greek socio-political context with respect to national identity. Then we present Greek legislation and practice on primary and secondary school education in terms of linguistic peripheries, immigrant languages and foreign languages. Finally, proposals are made for the methodological management of language teaching in the direction of cross-cultural dialogue and current examples are given. The article concludes that there is a lot to be done to efficiently address the issue of linguistic peripheries and immigrant languages in the Hellenic Republic in terms of both respecting otherness and, at the same time, safeguarding Greek (and wider European) identity.


Riassunto

Il presente articolo è un tentativo di presentare sinteticamente il contesto educativo delle periferie linguistiche e delle lingue di immigrati in Grecia per quanto riguarda l’insegnamento delle lingue dal punto di vista legislativo/istituzionale, nonché sulla base di intuizioni tratte dalla sociolinguistica e dalla glottodidattica. Cominciamo con una breve descrizione dei principali problemi, procediamo presentando la mappa linguistica della Grecia con riferimenti storici e illustriamo il contesto socio-politico greco per quanto riguarda l’identità nazionale. In seguito presentiamo la legislazione e la prassi sull’educazione scolastica primaria e secondaria per quanto riguarda le periferie linguistiche, le lingue di quelli immigrati in Grecia e le lingue straniere. Infine, facciamo delle proposte sulla gestione metodologica dell’insegnamento delle lingue nella direzione del dialogo cross-culturale e offriamo degli esempi attuali. L’articolo conclude che c’è molto da fare per affrontare in modo efficace la questione delle periferie linguistiche e delle lingue di immigrati nella Repubblica ellenica nei termini del rispetto dell’alterità e, allo stesso tempo, della salvaguardia dell’identità greca (e di quella, più ampia, europea).


Keywords


European periphery; Greece; immigrant education; minority education

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Iscrizione al Registro Operatori della Comunicazione R.O.C. n. 10757