“Mettiti nei tuoi panni”: per una cura etico-politica

Micaela Donatella Castiglioni

Abstract


Following Luigina Mortari, for whom “taking responsibility for the care relationship implies responding to the call to be-with-others within a dimension of meaning” (2015:119). I believe it to be crucial – with reference, in this paper, to healthcare organizations and more specifically hospitals – for all parties to the care relationship, whether healthcare practitioners, patients or patients’ family members, to find their own personal meaning, including – inevitably – by negotiating and sharing possible meaning with one another. Such meaning, depending on a party’s role in the relationship, may be more professional or more existential in character, but invariably embraces the dimension of “attentiveness” and civic “responsibility” (Ibidem), in keeping with the theme of the present call for papers. This implies introducing an educational-pedagogical discourse about medical and healthcare that moves beyond focusing on the relationship between the carer and recipient of care, bringing a critical systemic perspective to bear on the place-organization where the care is provided and the care relationship takes shape. Thus, educational-pedagogical discourse about clinical care becomes ethical-political discourse, thereby activating an ethical-civic dimension.

Riassunto: Facendo nostro il punto di vista di Luigina Mortari per cui: “l’assunzione della responsabilità della relazione di cura si manifesta come risposta alla chiamata a essere-con-gli-altri in una dimensione di senso” (2015: 119) ci sembra imprescindibile – riferendoci, in questo contributo, all’organizzazione sanitaria o più precisamente all’azienda ospedaliera – che ogni interlocutore coinvolto, i professionisti della cura, i pazienti e i famigliari possano trovare il proprio senso nella direzione, anche, di una inevitabile negoziazione e condivisione di senso possibile. Un senso che, a seconda degli attori cui ci si riferisce, è più di cifra professionale e/o esistenziale, sicuramente riconducibile per tutti loro alla dimensione dell’"attenzione" e della "responsabilità" (Ibidem) civile, secondo il focus di questa call. Abbiamo a che fare con un discorso pedagogico-educativo sulla cura medico-sanitaria che va oltre il motivo della centralità della relazione tra curante e chi è curato, chiamando in causa criticamente e con sguardo sistemico, il luogo-organizzazione in cui l’intervento di cura viene agito e la relazione di cura prende forma. Il discorso pedagogico-educativo sulla cura clinica si fa discorso etico-politico che mette in gioco la dimensione etico-civile.

 


  

Keywords


caring for the organization; caring organizations; ethical civic care; civic responsibility; formation.

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Iscrizione al Registro Operatori della Comunicazione R.O.C. n. 10757