Pascal come educatore

Angela Arsena

Abstract


In the last century, the historiography of philosophy has painted a portrait of Blaise Pascal as multifaceted as it was the thought of the French philosopher. In this paper, we will follow the most significant historiographical considerations, those that have represented the reference framework for most of the history of historiography, which then flowed into the philosophy textbooks adopted and used in the Italian schools from the Gentile Reform until the present days. The purpose is to show that Pascal is a force that even modernity needs to reckon with, in particular in the context of an open classroom, oriented towards critical awareness.


Riassunto: La storiografia filosofica ha offerto nell'ultimo secolo un ritratto di Blaise Pascal che appare poliedrico come poliedrico era il pensiero del filosofo francese. In questo lavoro si inseguono le riflessioni storiografiche più significative e che hanno costituito l'impalcatura teoretica per buona parte della storia della storiografia che è poi confluita nei manuali di filosofia adottati ed utilizzati nella scuola italiana dalla Riforma Gentile sino ad oggi. L'intento è quello di mostrare la necessità, da parte della modernità, di fare i conti con Pascal anche e soprattutto in un contesto-classe aperto e orientato alla consapevolezza critica.



Keywords


existentialism; individualism; wager; epistemology; error

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Iscrizione al Registro Operatori della Comunicazione R.O.C. n. 10757