Codice etico

Il processo di pubblicazione si basa sul Code of Conduct and Best Practice Guidelines for Journal Editors elaborato dal COPE - Committee on Publication Ethics (publicationethics.org).

Doveri della Direzione, dei Comitati e dei Curatori

Decisione di pubblicazione
I contributi proposti vengono valutati dalla Direzione e dal Comitato editoriale, ai quali spetta la decisione finale di pubblicazione, in conformità alle strategie e all'impostazione editoriale della Rivista.
Nell'assumere le proprie decisioni, la Direzione e il Comitato editoriale si avvalgono del supporto degli eventuali curatori dei singoli fascicoli e di almeno due revisori scelti tra studiosi ed esperti esterni al Comitato Scientifico e al Comitato di Redazione, secondo una procedura di double-blind peer review.

Criteri di valutazione
La Direzione e il Comitato editoriale sono tenuti a valutare i materiali in base al loro contenuto scientifico, senza distinzioni e discriminazioni.

Obbligo di anonimato
La Direzione e il Comitato editoriale garantiscono la non tracciabilità degli autori e dei revisori. A tal fine, le informazioni dirette e indirette relative all'autore verranno eliminate prima dell'invio del contributo ai revisori.

Obbligo di riservatezza
La Direzione, il Comitato editoriale, il Comitato di redazione, il Comitato scientifico e i curatori sono tenuti a non divulgare alcuna informazione sui manoscritti ricevuti a soggetti diversi dagli autori, dai revisori o dai potenziali revisori.

Divieto di utilizzo
La Direzione, il Comitato editoriale, il Comitato di redazione, il Comitato scientifico e i curatori dei fascicoli non possono utilizzare in ricerche proprie materiali inediti contenuti nei manoscritti sottoposti alla Rivista, senza il consenso scritto dell'autore.

Obbligo di rettifica
In caso di errori o imprecisioni, conflitto di interessi o plagio, la Direzione e il Comitato editoriale ritirano l'articolo o pubblicano correzioni, chiarimenti e ritrattazioni, a seconda delle circostanze.

Obblighi di legge
Il Direttore responsabile garantisce il rispetto delle disposizioni di legge vigenti in materia di diffamazione, violazione del copyright e plagio.

Doveri dei revisori

Funzioni
I revisori supportano la Direzione, il Comitato editoriale e i Curatori nelle decisioni editoriali e possono indicare agli autori correzioni o accorgimenti utili a migliorare il manoscritto, tramite comunicazioni mediate dalla redazione.

Modalità di valutazione
La revisione deve essere condotta in modo obiettivo, astenendosi da critiche personali nei confronti degli autori e motivando i propri giudizi con argomentazioni chiare, puntuali e documentate.

Obbligo di riservatezza
I materiali ricevuti per la revisione devono essere trattati come documenti riservati. Pertanto, tali testi non possono essere discussi o divulgati senza previa autorizzazione della Direzione.

Divieto di utilizzo
Le informazioni e le idee ottenute tramite la revisione dei materiali devono essere considerate riservate e non possono essere utilizzate per vantaggio personale.

Obbligo di informazione
Il revisore segnala al Comitato editoriale eventuali coincidenze o somiglianze sostanziali del testo in esame con altri materiali editi a lui noti.

Conflitto d'interessi
I revisori non devono accettare articoli nei quali abbiano conflitti di interesse derivanti da rapporti di concorrenza, di collaborazione o altro tipo di collegamento significativo con autori o enti che abbiano relazioni con l'oggetto del testo.

Dovere di rinuncia
Il revisore che ritenga di non essere adeguato a giudicare un articolo assegnato o di non poter eseguire la revisione nei tempi richiesti, lo comunica alla Direzione, al Comitato editoriale o ai curatori.

Doveri degli autori

Standard di originalità
Gli autori devono garantire che le loro opere siano del tutto originali e, qualora siano utilizzati il lavoro e/o le parole di altri autori, che questi siano opportunamente indicati o citati.

Riconoscimento delle fonti
Gli autori devono citare le pubblicazioni che sono stati influenti nel determinare la natura del proprio lavoro.

Accesso a dati e fonti
Gli autori devono rendere disponibili, anche se richiesti successivamente alla pubblicazione, i dati e le fonti su cui si basa la loro ricerca, o indicare chiaramente dove essi sono reperibili e consultabili.

Pubblicazioni multiple
Gli autori sono tenuti a non pubblicare in altra rivista o pubblicazione articoli che presentino sostanzialmente la stessa ricerca. Eventuali eccezioni vanno concordate con la Direzione.
I manoscritti in fase di revisione dalla rivista non devono essere sottoposti ad altre riviste per fini di pubblicazione.

Attribuzione del testo
La paternità letteraria del manoscritto è limitata a coloro che hanno dato un contributo significativo per l'ideazione, la progettazione, l'esecuzione o l'interpretazione dello studio. Tutti coloro che hanno dato un contributo significativo devono essere elencati come co-autori. L'autore di riferimento deve garantire che tutti i relativi coautori siano inclusi nel manoscritto, che abbiano visto e approvato la versione definitiva dello stesso e che siano d'accordo sulla presentazione per la pubblicazione.

Diritti di utilizzo
Inviando il materiale, gli autori concordano sul fatto che, in caso di accettazione per la pubblicazione, tutti i diritti di sfruttamento economico, senza limiti di spazio e con tutte le modalità e le tecnologie attualmente e in futuro disponibili, saranno trasferiti alla Rivista.

Errori fondamentali
Qualora un autore riscontri errori significativi o inesattezze rilevanti nel manoscritto pubblicato ha il dovere di comunicarlo tempestivamente alla Direzione e al Comitato editoriale della Rivista al fine di correggere, ritirare o rettificare il manoscritto.

Conflitto d'interessi
Gli autori devono indicare nel manoscritto conflitti finanziari o altre tipologie di conflitto di interesse che possono influenzare i risultati o l'interpretazione del lavoro. Tutte le fonti di sostegno finanziario al progetto devono essere indicate.